OFFERTA FORMATIVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

IL BUONGIORNO

Ogni mattina prima di iniziare le lezioni ci troviamo in chiesa, in teatro o in classe per iniziare la giornata con un breve momento di preghiera ed una piccola riflessione, su temi di vita cristiana, che ci accompagna durante il giorno. In Avvento e in Quaresima i ragazzi sono accompagnati nel prepararsi alle feste attraverso uno specifico itinerario formativo. Questo momento è animato dal direttore o da un altro salesiano, dal preside o dal coordinatore di classe.


IL CORTILE E IL GIOCO

Per don Bosco il cortile e il gioco hanno una forte valenza educativa; per questo motivo tutti i tempi di ricreazione, in particolare quella lunga dopo il pranzo, sono organizzati in vari tornei. Ogni giorno ci sono delle partite tra classi e i punti conseguiti vanno a decretare a fine anno la classe vincitrice della Supercoppa. Tutte le ricreazioni sono assistite dai salesiani, dai docenti e dagli educatori.


LO STUDIO ASSISTITO

Il pomeriggio i ragazzi di prima si ritrovano nelle rispettive classi, mentre i ragazzi di seconda e terza nello studio. Nell’arco di tre ore di 45 minuti i ragazzi hanno il tempo per svolgere, in un clima di silenzio, i compiti assegnati per casa e per studiare in vista delle interrogazioni e verifiche. In questo tempo sono assistiti da degli educatori.


LA CONFESSIONE E L’EUCARISTIA

Per don Bosco le due colonne che sostengono l’educazione dei ragazzi sono la Confessione e l’Eucaristia. Certi di questa saggezza, che viene dal nostro santo fondatore, nel coinvolge la fede nell’azione educativa proponiamo in vista delle grandi feste cristiane la possibilità di accostarsi al Sacramento della Riconciliazione e celebriamo insieme l’Eucaristia in alcune Feste della Chiesa.


LA FESTA DELL’ACCOGLIENZA E LA FESTA DELLA SCUOLA

All’inizio e verso la fine dell’anno scolastico viviamo due momenti di festa coinvolgendo le famiglie di tutti i nostri allievi. In queste due occasioni riteniamo importante incontrarci per conoscerci ad inizio anno e ringraziarci per l’anno trascorso insieme alla fine di una tappa del percorso. Durante la festa di fine anno i ragazzi intrattengono i genitori con un “Saggio Musicale” preparato con l’insegnante durante le ore di lezione.

05a-festa-accoglienza

LA CASTAGNATA

06a-castagnata

Dopo il primo periodo di scuola, verso la metà di ottobre, con tutta la scuola andiamo in Val Canali per vivere un momento di festa: una passeggiata in montagna, i giochi e una bella scorpacciata di castagne. Questa uscita trova origine in una tradizione istituita da don Bosco stesso, è un momento di stacco dopo la fase iniziale dell’anno, una bella occasione per creare gruppo e conoscersi meglio tra compagni.


LA FESTA DI DON BOSCO, DI SAN DOMENICO SAVIO E DI MARIA AUSILIATRICE

Queste sono le tre feste principali per noi salesiani: il nostro fondatore, un ragazzo cresciuto alla scuola di don Bosco che è diventato santo e la nostra patrona. In queste giornate tutta la scuola è in festa. Le lezioni sono in parte sospese per vivere insieme l’Eucaristia, i giochi e tante altre attività. In preparazione a queste feste vi è tutto un percorso formativo che le precede.

08-feste

I RITIRI DI INIZIO ANNO

09-ritiri

Tutte le classi, all’inizio dell’anno, si ritrovano presso l’Istituto, per un pomeriggio intero per vivere l’esperienza del Ritiro Spirituale, un momento davvero importante per impostare bene il cammino di crescita umana e cristiana di tutto l’anno. Le tematiche svolte sono la vita di classe e le relazioni in prima; l’identità e la cura dell’anima in seconda; le scelte e la vita virtuosa in terza. I temi iniziati nel ritiro saranno ripresi durante tutto l’arco dell’anno. I ragazzi di terza, per l’importanza delle scelte e dei passi che sono chiamati a decidere, vivranno un ulteriore Ritiro Spirituale, di due giorni a Mezzano di Primiero, solitamente all’inizio della quaresima.


LE USCITE DIDATTICHE E I RITIRI DI QUARESIMA

I ragazzi di prima e seconda media durante il periodo quaresimale partiranno per il loro Ritiro Spirituale al quale viene annessa l’Uscita Didattica. Le prime medie andranno a visitare Aquileia e Grado, i luoghi dove sono sorte le prime comunità cristiane nel Triveneto. I ragazzi di seconda andranno a conosce i luoghi principali della vita di don Bosco: il Colle don Bosco, la Sacra di san Michele in Val di Susa e la città di Torino. Durante le visite ai luoghi i ragazzi saranno aiutati ad approfondire la propria fede grazie alla testimonianza dei santi.


L’USCITA DIDATTICA A BARCELLONA

10-barcellona

I ragazzi di terza media durante le vacanze pasquali, conosceranno la regione della Catalogna e della città di Barcellona: la Sagrada Familia, il Parc Güel, il Tibidabo, Monserrat e tutti gli alti luoghi principali della città. Questa visita è preparata durante il mese precedente attraverso un percorso multidisciplinare che coinvolge numerose materie scolastiche.


L’EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITA’

Come scuola cattolica riteniamo molto importante l’educazione integrale delle persona, per questo ogni anno i ragazzi sono seguiti da un’esperta nell’ affrontare alcune tematiche che consentano una progressiva comprensione e maturazione nel vivere gli affetti in maniera genuina. I ragazzi sono accompagnati in un percorso prevede un itinerario triennale.

11-affettività-social

L’EDUCAZIONE AI SOCIAL NETWORK

14-social

All’interno della scuola abbiamo fatto la scelta  di non consentire l’utilizzo di telefoni cellulari o di altri strumenti telematici all’interno della scuola, per favorire la relazione reale tra le persone. Questo non toglie la necessità di formare i nostri ragazzi ad un uso responsabile dei mezzi di comunicazione, in particolare del Social Network. Questo si concretizza in alcuni incontri con degli esperti nel settore.


L’ORIENTAMENTO SCOLASTICO

Gli allievi sono accolti con una prima fase di orientamento con dei test attitudinali, per facilitare gli insegnanti a conoscere i ragazzi. Per le classi prime la prima settimana di studio pomeridiano è tutta dedicata all’apprendimento di un metodo di studio. Durante i tre anni vengono svolti numerosi interventi di orientamento, i quali concorrono ad indirizzare i ragazzi in tutto il percorso scolastico attraverso delle attività di classe e i colloqui con gli insegnanti. Gli studenti di terza sono seguiti maggiormente nella scelta della scuola grazie alla presentazione dell’offerta formativa dei vari tipi di scuola . I genitori hanno la possibilità di formarsi attraverso le serate di orientamento previste per loro durante il triennio.

13-orientamento

LE SERATE PEDAGOGICHE

famigliainsieme

L’“emergenza educativa” rende sempre più complesso e difficile il ruolo dell’educatore. L’educazione dei figli non è una cosa scontata ed anche i genitori sentono la necessità di formazione. Per rispondere a questa esigenza nel mese dinovembre vengono proposte tre serate dove mediante delle conferenze vengono presentati e trattati alcuni tra i temi principali della pedagogia e l’educazione.


LE SERATE NATALIZIE

In vista del Santo Natale i nostri allievi ci trasformano in attori, musicisti e ballerine. In poche settimane aiutati dagli educatori e dall’insegnante di musica allestiscono un saggio musicale ed uno spettacolo teatrale. Attraverso questa attività i ragazzi imparano a lavorare insieme e fanno dell’espressione artistica il luogo per comprendere e trasmettere agli altri il senso cristiano del Natale. Le tre Serate Natalizie vogliono anche essere l’occasione per scambiarci gli auguri.

07a-serate-natalizie
X